Immagini di gatti: esseri animali o surreali?

Immagini di gatti.

Ovvero immagini di essere animati  appartenenti al mondo animale e, più spesso, a quello surreale. Passano alla storia per il loro carattere, le loro bizzarrie e la loro inesplicabile capacità di gestire gli esseri umani e il loro umori. Invertono il paradigma della relazione persona/animale. Tu non sei il padrone di un gatto, semmai è il contrario; né  sei il padrone di casa: è lui che ti ospita nel suo territorio. Tu sei quello che gli da da mangiare quando lui ha fame; quello che gli fa da cuscino quando ha deciso che vuole dormire; l’essere sul quale si struscia quando è in vena di coccole.

Capace di salirti addosso, graffiarti, sberliccarti, divertirti, spaventarti ed ignorarti come nessun altro essere vivente.

Fa dell’autostima un modo di esistere. Impavido.

Evolutivamente ha migliorato il proprio linguaggio ad imitazione del pianto di un neonato. Una mossa decisamente geniale. Chi potrebbe resistergli?

A mio avviso, una delle migliori rappresentazioni del rapporto gatto/uomo è di un illustratore inglese: Simon Tofield.

Sono sue le immagini di gatti della serie Simon’s Cat – ormai un fenomeno su YouTube. Potete divertirvi guardando il suo sito www.simonscat.com.

Bellissimi i disegni animanti in bianco e nero e le scene di vita quotidiana fra lui e il suo micione. Simile a quello, molto ieratico della foto in apertura.

Molto carino il commento che, a proposito di gatti – ho letto su twitter:

I gatti hanno sempre quell’espressione di chi ha letto Kant e l’ha capito. mixmic76 (twitter)

©√∑ ≤Å – Queste lettere, ovviamente, sono il frutto delle zampate del mio gatto sul post!

Il suo saluto a tutti.

Photo credit: 3093594 / Pixabay

 

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply